Il controllo delle infestanti graminacee nei mesi di luglio e agosto

Conosciamo il nemico
Durante l’estate si assiste spesso a pesanti infestazioni dei tappeti erbosi ad opera del le infestanti note con il nome comune di pabio, pabbio o zampa di gallina. Si tratta di setarie, eleusine, giavone e digitaria, essenze graminacee annuali macroterme (cioè che vegetano al meglio con temperature elevate).

Il diserbo di post emergenza sul prato contro il pabio
In presenza di poche piante, munitevi di un cortellino e rimuovete queste erbacce prima che uccidano l’erba buona. Se invece il vostro prato si presentasse molto infestato, dovrete intervenire con un diserbante registrato di post-emergenza a base di fenoxaprop p-etile alle dosi indicate in etichetta.

Molto importante è distribuire il prodotto in modo uniforme, evitando il più possibile le sovrapposizioni. I traccianti-coloranti in soluzione con il diserbante, possono esservi di grande aiuto. Usate Herbablue e Special One , miscelati con un bagnante adesivante. La loro dose è di 20-25 cc di prodotto per 100 m2 di superficie, diluito in 10 litri di acqua. Il pigmento Special One è oltremodo interessante perché può camuffare per alcuni giorni gli eventuali leggeri ingiallimenti legati all’azione del diserbo. Trattate su prato asciutto, in presenza di luce, ed evitate irrigazioni entro le otto ore successive al trattamento.

IL NOSTRO CONSIGLIOPiù il pabio è rigoglioso, più è sensibile al trattamento. Due giorni prima di diserbare trattate il prato con il concime fogliare per prati Herbafer Greener a 0,3 litri/1000 m2 per ettolitro. Questo rinverdente camufferà le eventuali ingiallimenti che potrebbero risultare dall’impiego del diserbante. Infine fate precedere il diserbo da una abbondante irrigazione.

Quando diserbare il pabio in estate sul vostro prato
Prima tratterete meglio sarà. Più il pabio si sviluppa, meno efficace risulterà il trattamento erbicida Il momento ideale è quando l’infestante si presenta nella fase di emissione dei primi culmi laterali (inizio accestimento). Un trattamento tardivo può comportare la ripetizione dell’intervento.
Se a settembre avete ancora sul vostro prato delle infestanti, lasciate in garage la pompa a spalle, e tirate fuori il coltellino. Ormai è troppo tardi per intervenire chimicamente. Avanti con il diserbo a mano. Poi a fine settembre potrete effettuare un taglio ultra basso seguito da un arieggiamento di superficie ( Verticut) ed infine da una risemina.