Ingiallimento invernale di gramigna e festuca

APPROFONDIMENTO

Come ovviare all’ingiallimento della Festuca arundinacea e della gramigna in autunno

L’abbassamento delle temperature in autunno inoltrato, porta inevitabilmente a una situazione di stress per le specie macroterme e per alcune microterme quali la Festuca arundinacea. Questi prati tendono a indebolirsi ingiallendosi, producendo foglie di un colore verde sempre più pallido.

Tutte le pratiche agronomiche e i prodotti consigliati in questo periodo dell’anno dovranno tendere a migliorare la qualità estetica del tappeto erboso per riuscire così ad avere un prato verde e gradevole anche nella stagione più ostile; tale discorso è valido sia per i giardini ornamentali residenziali che per i tappeti erbosi ad uso sportivo. Quest’ultimi sono maggiormente sollecitati nell’utilizzo in questa stagione e devono mantenere sempre un aspetto estetico ottimale.

Per le macroterme, gramigna in particolare, la pratica del rinverdimento più usuale è sicuramente quella di riseminare il prato con miscugli specifici a base di Lolium perenne. La risemina è possibile dopo un arieggiamento superficiale con Verticut per diradare il prato esistente e rimuovere il feltro. Anche il mese di novembre può essere propizio per la risemina; si utilizzino miscugli con cultivar che germinano, si insediano e crescono alle basse temperature, come il nuovo blend TRISEED di Herbatech con cultivar della MOUNTAIN VIEW SEEDS di ultima generazione. La nuova formula di TRISEED 2020 contiene una cultivar di loietto perenne tetraploide, una del nuovissimo loietto ibrido SOLSTICE II (Lolium multiflorum x Lolium perenne) e una di Lolium perenne diploide ssp. mediterraneum, specifica per i climi di transizione come quelli italiani.

Per mantenere il rinverdimento dei prati di Festuca arundinacea e per quelli di macroterme in alternativa alla trasemina, una nuova soluzione è la cosiddetta “trasemina liquida”, la colorazione del prato utilizzando concimi rinverdenti fogliari combinati a pigmenti a penetrazione fogliare (coloranti verdi naturali e atossici) specifici per il tappeto erboso. Si tratta di trattamenti che ripristinano in modo duraturo (fino a 10 settimane se non tagliato) il colore naturale del tappeto erboso, camuffando gli ingiallimenti.

Per i prati di colore verde chiaro, soprattutto se in presenza di Poa annua il trattamento ideale è la miscela del fertilizzante fogliare Herbafer Greener con il pigmento verde chiaro Extragreen C3.

Per i prati di colore verde scuro si raccomanda di miscelare Herbafer Greener con il pigmento verde scuro Liquid Overseeder.

Si noti che il concime liquido Herbafer Greener con urea farmaceutica e 6 % di ferro chelato ha una forte azione rinverdente istantanea per sé su tutti i tipi di prato e in tutte le stagioni. Laddove però l’uso del ferro fosse sconsigliato, si può usare a 2,0 lt/1000 m2 Crazy Greener, prodotto pronto all’uso a base di urea + chelanti + pigmenti (Extragreen C3), disponibile in comode bottiglie da 1 litro.

Come utilizzare Crazy Greener o Herbafer Greener in miscela con i pigmenti coloranti:

  • assicurarsi che il prato sia ben rasato e asciutto e non ci sia vento
  • utilizzare per il trattamento una pompa a spalla o una irroratrice professionale
  • preparare la miscela di acqua e prodotto selezionato, attenendosi ai quantitativi indicati in etichetta
  • trattare il tappeto erboso: per una colorazione più consistente, è possibile passare più volte sulle aree oggetto dell’intervento
  • evitare di irrigare per qualche ora dopo il trattamento e assicurarsi che il prodotto utilizzato sia completamente asciutto prima di rientrare sul tappeto erboso

Mentre sui prati di Festuca arundinacea e sulle altre microterme il rinverdimento fogliare con i pigmenti miscelati ai concimi rinverdenti è efficace durante tutto l’inverno, sulle macroterme questi trattamenti funzionano fino a quando vi è una attività vegetativa. Dopo le gelate e il completo disseccamento delle piante, l’operatore dovrà utilizzare altri prodotti per avere una superficie verde, ovvero le vernici permanenti Herbalu’ per prati chiari oppure Herbaverde TP per prati scuri.